impiantologia-a-carico-immediato

Implantologia a carico immediato

L’implantologia a carico immediato è una particolare tecnica tramite la quale è possibile sostituire un dente mancante e riabilitare le funzioni della bocca entro 24 ore. Grazie ad una scrupolosa pianificazione guidata dal computer è possibile progettare e produrre i denti fissi nell’arco di 24 ore riducendo così le tempistiche ed evitando di dover ricorrere alle protesi temporanee.

Il temine “carico immediato” vuole identificare il posizionamento istantaneo dei denti fissi. Questa nuova e particolare tecnica può essere applicata su un impianto o su più impianti ma anche sull’intera arcata dentale.

Nell’implantologia a carico immediato viene prima avvitato un impianto dentale costituito da una vite in titanio o in lega di titanio e zirconio che viene inserita nell’osso mandibolare, al di sotto della gengiva, così che sia possibile sostituire la radice del dente mancante. Successivamente a questa vite vengono ancorati i denti.

I requisiti per procedere con il carico immediato

Tutti i pazienti affetti da edentulia, totale o parziale, che rispondano specifici requisiti individuati dall’odontotecnico, sono idonei agli impianti a carico immediato. Per verificare tali requisiti è necessario eseguire un’accurata anamnesi, un adeguato esame obiettivo, esami radiografici e TAC.

I vantaggi del carico immediato

A differenza del trattamento implanto-protesico convenzionale che comporta una lunga attesa prima di poter inserire le protesi ( dai 4 ai 6 mesi), l’implantologia a carico immediato consente di posizionare le protesi entro 24 / 48 ore dal primo intervento.  L’immediato inserimento della protesi permette al paziente di ripristinare immediatamente la funzione masticatoria ed estetica senza dover soffrire il disagio psicologico dettato dalla mancanza di uno o più denti. Il carico immediato inoltre consente di saltare il passaggio della protesi mobile.

 

 

Leave a reply